PROVA D’ARTISTA
Sperimentazioni tra grafica, segno e colore

CASTELLO VISCONTEO DI PAVIA
4 maggio – 10 giugno 2012 (mostra prorogata), Pavia

Inaugurazione venerdì 4 maggio, ore 18

I have been invited to take part to a collective exhibition in the beautiful Castello Visconteo in Pavia, where I grew up. Besides older and more recent prints of mine, the book Litalìa will also be on display. The press release (in italian) follows.

Il 4 maggio presso il Castello Visconteo di Pavia sarà inaugurata la mostra Prova d’artista. Sperimentazioni tra grafica, segno e colore, organizzata dai Musei Civici di Pavia in continuità con i progetti espostivi dedicati negli ultimi anni alla grande tradizione dell’incisione europea, attraverso gli esemplari antichi conservati nel patrimonio museale pavese.
Un evento contemporaneo che si affianca alla grande mostra “Rembrandt. Incidere la luce” - alle Scuderie del Castello -, accostando passato e presente e mettendo in risalto i differenti percorsi artistici sul tema dell’incisione e della grafica.

L’esposizione collettiva curata da Susanna Zatti e Francesca Porreca dà rilievo alla “prova d’artista”, al momento di sperimentazione che precede la realizzazione dell’opera, ovvero la fase intermedia tra idea e opera finita. Focalizza dunque l'attenzione sullo sviluppo del lavoro artistico e sull'instancabile ricerca di equilibrio tra l’incisione che solca la matrice originale e la resa del segno sulla carta.

Gli artisti presenti in mostra sono Alessandra Angelini, Monica Anselmi, Giovanna Fra, Giuliana Perina, Rossana Schiavo, Teresa Sdralevich, Ada Eva Verbena, accomunati da una ricerca appassionata sulle potenzialità delle tecniche grafiche e calcografiche, esplorate in un’ottica sperimentale che coniuga l’analisi delle proprietà tattili della materia e del segno con l’indagine sui valori spaziali e luminosi del colore e della parola scritta. Gli autori sono pavesi di nascita e d’adozione, scelti prestando attenzione sia alla ricerca delle giovani generazioni, sia all'opera di artisti più affermati, al fine di rafforzare il dialogo tra arte contemporanea e territorio.

Per l’occasione si potranno ammirare litografie, xilografie, linoleografie, serigrafie, che si accostano ad incisioni realizzate ad acquaforte, acquatinta, puntasecca, frottage o con monotipi polimaterici, oltre ad uno specifico nucleo composto da libri d'artista: dall’antico al contemporaneo, il segno inciso e poi stampato sulla carta mantiene l’impronta degli oggetti, delle linee e dei solchi che lo hanno generato traducendo il pensiero dell’artista. Saranno esposte oltre 80 opere, tra cui diversi lavori inediti esito di recenti sperimentazioni da parte degli artisti, accompagnati da disegni, progetti e video che documentano le diverse fasi preparatorie.

La ricerca sul segno inciso si accompagna alla ricerca sul colore, che dal contrasto tra luce e oscurità passa a scandagliare la purezza del bianco, diventa seducente sperimentazione di impasti materici, si abbandona alla dimensione liquida della china e dell’acquerello.
La definizione spaziale e cromatica delle superfici diventa poi veicolo per uno sguardo disincantato (e impegnato) sul mondo, che si esprime sia attraverso stratificazioni di materia e oggetti prelevati dal quotidiano, sia attraverso la composizione di manifesti ed affiches che strutturano l’impatto visivo sulla modulazione sapiente della parola e della figura.

Info
http://www.museicivici.pavia.it/
0382 33853